• Via Stezzano 18, 24052 - Azzano San Paolo (BG) | 035 531400 | info@ftasrl.it

    Azienda

    F.T.A. nasce con l’obiettivo di fornire e  produrre unità filtranti, componenti e sistemi per impianti di depurazione dell’aria dal 2000. Ci rivolgiamo a utenti che necessitano di un sistema di aspirazione di elementi inquinanti, di depolverazione e ventilazione in aree di lavoro a rischio. Per questo, ha unito alla produzione degli impianti un ufficio tecnico altamente specializzato per affiancare la produzione e fornire consulenza in materia normativa e di sicurezza.

    F.T.A. ha sempre considerato un valore il rapporto diretto con il cliente e la possibilità di essere flessibili così da poter offrire un servizio unico e veramente su misura.I prodotti trovano applicazione nei settori del taglio termico, della verniciatura, nel settore alimentare, chimico, farmaceutico, nucleare, minerale, meccanico, del legno, riciclaggio, ecc.

    Le principali categorie di prodotti realizzati sono i seguenti:

    • Sistemi di aspirazione per impianti taglio termico;
    • Impianti di aspirazione fumi da saldatura;
    • Filtri a maniche ;
    • Filtri a cartucce DCL ;
    • Filtri a nebbie oleose;
    • Assorbitori a carboni attivi;
    • Cicloni separatori;
    • Sottostazioni filtranti;
    • Silos di contenimento;
    • Banchi aspiranti;
    • Coclee, estrattori, valvole stellari;
    • Box insonorizzati;
    • Cabine verniciatura a secco;
    • Separatori statici;
    • Depuratori per taglio, marcatura Laser;
    • Tubazione e componentistica.

    Tutti i macchinari si possono adattare alle necessità dei clienti grazie alla possibilità di personalizzare gli impianti su richiesta. Lo staff di F.T.A. offre alla clientela la propria consulenza, oltre che progettazione in 3D e assistenza post-vendita. F.T.A. opera a Bergamo, Brescia, Verona e Torino.

    • Legislazione
      Ci sono tre aree principali della legislazione in materia di attrezzature di estrazione:

      1. La sicurezza e l’idoneità degli estrattori sono di responsabilità del produttore. In Europa questo è coperto dai requisiti di marcatura CE. America e Canada in genere richiedono attrezzature da sottoporre a test e approvate per un adeguato standard internazionale da UL, CSA o altre società. Cina e Giappone hanno il proprio standard, ma generalmente accettano uno di quanto sopra, come fa la maggior parte del resto del mondo.

      2. La sicurezza dei lavoratori che utilizzano l’apparecchiatura è responsabilità del datore di lavoro. L’apparecchiatura di estrazione viene normalmente utilizzata per la ventilazione di scarico locale (LEV) per catturare polveri nocive, fumi o vapori che, se non catturati, porrebbero essere un rischio per la salute degli operatori. La legislazione è in vigore in molti paesi per evitare l’esposizione a sostanze nocive e per assicurare che attrezzature installate per questo scopo funzionino correttamente. L’UE rilascia le linee guida per l’Europa, ma la maggior parte dei paesi europei hanno i loro limiti di esposizione professionale (OEL). Nel Regno Unito la Health and Safety Executive è l’organo legislativo e le esigenze sono coperte dal Controllo di sostanze pericolose per la salute (COSHH). La regolamentazione e i limiti di esposizione sono indicati nel libretto EH40 HSE.

      3. I rifiuti pericolosi sono responsabilità dell’utente finale. In particolare, i fumi o i vapori catturati dai filtri della cappa possono rendere i filtri usati atti ad essere classificati come rifiuti pericolosi. In quel caso dovranno essere smaltiti in linea con la legislazione appropriata. In Europa questo è coperto dalla direttiva 2008/98 / EC.

      Si prega di selezionare un paese per informazioni specifiche sulla legislazione vigente:
      • Italia
      • Australia
      • Austria
      • Belgio
      • Canada
      • Danimarca
      • Estonia
      • Finlandia
      • Germania
      • Hong Kong
      • Irlanda
      • Francia
      • Giappone
      • Lussemburgo
      • Messico
      • Nuova Zelanda
      • Norvegia
      • Portogallo
      • Sud Africa
      • Spagna
      • Svezia
      • Svizzera
      • Regno Unito
      • Stati Uniti d’America