Eventi Archivi - Impianti di depurazione dell'aria | F.T.A. SRL

Eventi

post-laser_OVER

Sei domande fondamentali di cui devi conoscere le risposte!

post-laser_OVER_lendig

 

Hai un impianto LASER di marcatura o taglio:

1 Il tuo impianto è conforme alla D.G.R. 3552?
2 Il filtro è conforme alle normative vigenti?
3 Il tuo filtro ha sistemi di controllo?
4 Hai un registro di manutenzione?
5 Tagli materiali che contengono PVC?
6 Ricicli in ambiente?

I rischi?

1 Multe salatissime
2 Chiusura degli impianti
3 Penale

Contattaci per una consulenza gratuita!

FTA segue le rigide normative in ambito lavorativo garantendo soluzioni personalizzate per le tue esigenze.





FTA – Rendiamo l’aria un bene migliore.

valvole

Oro nero

La greca naphtha, il petroleum latino, l’oro nero moderno… la miscela liquida di idrocarburi, primaria fonte energetica dell’umanità nascosta nelle viscere della terra, è ormai, e ancora, indispensabile.

valvole

Potenti impianti, nei pozzi di trivellazione onshore e offshore, estraggono il liquido viscoso e infiammabile, lavorando 24 ore su 24, per 365 giorni all’anno, senza mai fermarsi (salvo emergenze o calamità); dal più voluminoso al più piccolo accessorio montato in queste strutture, tutto deve essere perfetto e funzionare in incastri incontrovertibili. Trivelle, tubi, cavi, bocche di pozzo e serbatoi, oleodotti e valvole. E componenti per valvole. Anche quelli che, dal 1989 Sergio e Antonio Pagani, producono nella Nesa di Castelli Calepio (BG). «Effettuiamo lavorazioni meccaniche di componenti per valvole nei settori petrolchimico e del gas: tornitura fino ø 3300 x h. 2400; alesatura; foratura. Ci è richiesta garanzia di perfezione su ogni singolo componente o lavorazione, per non compromettere la sicurezza dei grandi impianti e conseguentemente quella dell’ambiente, trattandosi di estrazioni e convogliamento di materiali altamente inquinanti e potenzialmente pericolosi. Noi, da parte nostra, vogliamo far lavorare i nostri dipendenti in un ambiente sicuro e salubre: nei nostri capannoni ogni tornio, foratrice o apparecchio meccanico è collegato con l’impianto di aspirazione e estrazione nebbie oleose. L’impianto è firmato FTA – Air Filtrarion System, che abbiamo scelto per l’affidabilità dei prodotti e la professionalità nella consulenza e assistenza» raccontano i fondatori della Nesa.

«Abbiamo installato un impianto nuovo che garantisca il rispetto delle normative e la salubrità dell’aria respirata dai nostri dipendenti». Senza contare che i vantaggi di un buon impianto di estrazione nebbie oleose non si limitano alla tutela della salute e del benessere, ma consentono di aumentare la velocità di produzione, ridurre il costo e il tempo per la pulizia delle attrezzature, ridurre la contaminazione del prodotto, ridurre i tempi di inattività.

In Nesa, dove il campo di lavoro è dai 12” ai 56”, con movimentazione pezzi fino a 20 tonnellate, FTA ha montato un Multibox. Forte nella progettazione e realizzazione di impianti di aspirazione industriale e estrazione fumi, FTA garantisce realizzazioni ad hoc per ogni tipo di azienda, fornendo prodotti di ottima qualità unita a una attenta e celere assistenza al cliente. Gli impianti di depurazione aria e estrazione fumi sono fondamentali, per vivere serenamente e in sicurezza in ogni ambiente di lavoro dove si attuino lavorazioni che alterano la qualità dell’aria respirata.

Paola Mazzullo

smog-1

L’aria di cui ci nutriamo

Smog a Shangai

“Da bambini si scopre che ogni cosa ha un odore proprio, che è solo di quella cosa e di nessun’altra” ha detto il regista poeta, Ermanno Olmi. E il profumo dell’aria fredda nelle mattine d’inverno, qual era quel profumo? Quando il cielo era così terso da commuovere, e l’aria sapeva di nuovo, di cristallo steso al sole… Dovremmo pensarla così l’aria che respiriamo, mutevole al gusto come le stagioni che si alternano, ma cristallina come la luce che inonda il mondo, al risveglio di ogni nuovo giorno. Invece secondo il rapporto dell’ OMS, stilato dopo la 1^ conferenza mondiale sullo stato dell’aria (tenutasi a Ginevra a novembre 2018), malgrado un lento miglioramento della qualità dell’aria, l’inquinamento atmosferico mondiale è “la minaccia più grave all’ambiente e alla salute umana”.

smog-2

Molte delle città più inquinate al mondo si trovano in Oriente (basta pensare che lo smog in Cina causa 1,1 milioni di morti premature ogni anno); a Shangai, tanto per fare un esempio, una famosa catena di alberghi di lusso ha iniziato a monitorare il livello di pulizia dell’aria nelle camere. E l’aria interna risulta essere circa dieci volte migliore rispetto a quella esterna: ma solo perchè l’aria che entra in questi hotel viene filtrata due volte; mentre le finestre con i vetri doppi rimangono chiuse per conservare l’aria pulita all’interno.

smog-1

Se Atene piange, Sparta non ride… all’Italia è stata assegnata la “maglia nera” dell’Europa (con circa 90 mila morti premature all’anno per inquinamento)*. Proteggere la qualità dell’aria, e la salute umana, è urgentemente necessario. In tutti i settori: dall’agricoltura, ai trasporti, alle industrie.

FTA – Air Filtration Technology offre da 20 anni i migliori impianti di depolverazione e depurazione dell’aria, per impianti di aspirazione industriali; F.T.A. è in grado di garantire la funzionalità e l’efficienza dei propri sistemi attraverso un’attenta valutazione degli impianti già esistenti, attenendosi scrupolosamente alle norme vigenti in materia, e proponendo soluzioni idonee in ogni ambito lavorativo. I punti di forza di FTA sono professionalità e affidabilità, progettazione e sviluppo di soluzioni su misura, presenza costante di personale competente durante tutto il processo produttivo (compresa l’assistenza post vendita).

Oltre 200 aziende hanno sposato il progetto aziendale di F.T.A. riconoscendola come partner ideale per competenza, attenzione ed efficienza nel risolvere in breve tempo ogni problematica con soluzioni personalizzate. Pensiamo ai tanti filtri proposti per ogni settore specifico: da quelli ad acqua a quelli al carbone. O ai filtri per nebbie oleose che trovano applicazione principalmente nelle industrie meccaniche, nei centri di lavoro, di stampaggio a iniezione per materiali termoplastici e gomma. Pensiamo alla depolverazione e ai filtri per la depurazione dell’aria indoor, in casa e sul lavoro.

Le normative giuste in Italia ci sono, FTA le conosce a fondo e le rispetta e aiuta le industrie ad applicarle con rigore: per garantire la salute dell’uomo e quella, ormai in pericolo, dell’unico mondo che abbiamo. Per sperare in un futuro in cui l’aria profumi ancora, e sempre, di cristallo steso al sole.

Paola Mazzullo

*(dati del rapporto della fondazione sviluppo sostenibile “think tank” presieduta dall’ex ministro Edoardo Ronchi, in collaborazione con Enea)

Fida

Musica è…

Fida-l

La musica permea le nostre giornate, accompagna i nostri sogni, le nostre malinconie, i nostri amori. La musica vibra nel corpo e muove lo spirito. E i ballerini vivono la musica con tutto il loro essere, in armonia con l’ambiente.

FTA- Impianti di depurazione per l’aria, attenta alle problematiche ecologiche, ha deciso di sostenere una squadra sportiva di ballo. Il primo appuntamento per i ballerini, vestiti con i colori FTA, è per il 16 dicembre, al Centro Sportivo di Gorle (Bergamo), data del 3^ Trofeo di Natale Latin Space Dance Company.

Una gara nazionale per Amatori Open (Balli di coppia e Danza a squadre), seconda tappa della ranking list nazionale danze caraibiche; la stagione 2018/2019 delle competizioni di danze sportive si concluderà poi a Cervia, dopo 8 tappe in giro per l’Italia, con il Campionato Italiano FIDA (Federazione Italiana Danza Amatoriale).

La Latin Space Dance Company, nata nel 2004 con il Maestro Stefano Tarzia, giudice Federale FIDA, oggi allena per le gare, nelle discipline caraibiche e latino americane (salsa, bachata, merengue e cha cha cha), più di 50 atleti; ma annovera più di 500 allievi nella scuola, tra adulti e bambini, dai 5 anni in su.

FTA e Interlinea, agenzia di grafica, hanno studiato anche una meravigliosa coppa per i vincitori del 3^ Trofeo di Natale Latin Space: l’abbraccio di due ballerini. L’opera, realizzata in acciaio, è stata tagliata al vivo con laser Bystronic, che monta sistema di filtraggio e depurazione aria DCL 6.100.4000.

Perché FTA ha scelto di supportare il ballo come attività sportiva? Perché il ballo aumenta la resistenza fisica, l’equilibrio e la flessibilità del corpo; migliora il sistema cardiovascolare e permette di mantenersi in salute. E FTA è attenta alla salute dell’uomo e della Terra contribuendo a mantenere pura, l’aria che tutti noi respiriamo.

FTA, nata negli anni 2000 proprio con l’obiettivo di produrre unità filtranti, componenti e sistemi per impianti di aspirazione industriali e impianti di depurazione dell’aria, si occupa con apparecchiature all’avanguardia di pulizia e separazione dell’aria. Si rivolge a tutti gli utenti che necessitano di un sistema di aspirazione di elementi inquinanti, di depolverazione e ventilazione, in aree di lavoro a rischio. Per fornire un servizio completo al cliente, in un campo dove una consulenza attenta e precisa è di fondamentale importanza, FTA ha riunito uno staff tecnico altamente specializzato, che affronta e risolve le problematiche di progettazione e quelle in materia di normativa e sicurezza. 

I prodotti FTA trovano applicazione in molteplici settori, tra i quali: taglio termico, verniciatura, alimentare, chimico, farmaceutico, nucleare, minerale, meccanico, legno, riciclaggio. Tutti gli impianti e i prodotti realizzati sono all’avanguardia e in linea con le normative vigenti.

Paola Mazzullo

fiera

Merry Christmas con Bing Crosby

La storia dei “Blue di Genova” parte da lontano. Parte dall’antico porto di Genova e da quel tessuto robusto, di un blu molto scuro, venduto per coprire le merci nei porti e per confezionare i sacchi che contenevano le vele delle navi. Un tessuto che diventò strategico per cucire pantaloni e tute da lavoro resistenti all’usura, per le attività più faticose e umili: cercatori d’oro nel Far West e operai della ferrovia transamericana, minatori, cowboy. Dai dock londinesi e americani il blue di Genova, si sposta poi negli atelier… e nel 1937 appare sulle pagine di Vogue, entrando nella storia della moda e negli armadi di tutto il mondo: il Blue Jeans è consacrato al mondo.

Idoli del cinema e del rock and roll iniziano a indossarli; James Dean e Marlon Brando li usano come capi di seduzione; Elvis Presley e Bob Dylan li strapazzano durante i loro concerti. E Marilyn Monroe li rende immortali. Oggi i jeans, in denim, sono universalmente indossati nelle fogge e modelli più disparati, e amatissimi nelle loro versioni vintage; più hanno un aspetto vissuto e usato, più hanno fascino.

E se fino a qualche tempo fa decolorazione e abrasione erano ottenute con lavorazioni manuali lunghe, faticose e impattanti sulla salute umana e sull’ambiente, oggi la consistenza del mercato, che supera i 2 miliardi di pezzi annui, ha stimolando lo studio e l’applicazione delle nuove tecnologie al settore denim. L’utilizzo di impianti laser ha rivoluzionato il mercato, rendendo la produzione più omogenea e veloce. Ma soprattutto ecocompatibile, eliminando l’uso di acidi e sostanze chimiche. E qui entra in gioco FTA, perché dove c’è rispetto per l’ambiente (e le normative) c’è FTA, per garantire, con le sue unità filtranti, che l’aria sia sempre depurata da agenti inquinanti, polveri e odori; anche quelli che si sviluppano dalla bruciatura dei tessuti e dalla rimozione dei pigmenti.

Bracci e banchi aspiranti, filtri a cartucce e a maniche, ventilatori, depuratori, impianti di aspirazione e estrazione fumi per garantire ambienti sicuri e puliti.

Il depuratore DP800 FTA, per esempio, è montato sulla “Textile Line”, la nuova gamma di laser digitali e ecosostenibili sviluppate da Sei Laser per la lavorazione e il finissaggio dei tessuti tecnici. FTA e Sei Laser erano presenti a “Denim Première Vision”, il salone leader del denim, appena concluso a Londra (5 e 6 dicembre) e che ha coinvolto ottantanove espositori provenienti da 18 Paesi in tutto il mondo, fra i quali 45 tessitori, 22 aziende manifatturiere, 14 produttori d’accessori, 5 programmatori di tecnologie per l’industria dell’abbigliamento. In un settore in forte espansione il cui giro d’affari nel 2017 è stato, secondo le stime attuali, di 56 miliardi di dollari.

Oltre 200 aziende in tutta Italia, in molteplici settori, hanno sposato il progetto aziendale di FTA riconoscendola come partner ideale per competenza, attenzione ed efficienza nel risolvere in breve tempo ogni problematica con soluzioni personalizzate. Perché i punti di forza di FTA sono professionalità e affidabilità che si esprimono con progettazione e sviluppo di soluzioni su misura.

Ma perché ho citato Bing Crosby, e il Merry Christmas più famoso al mondo, in un articolo sul denim e i jeans? Sicuramente perché è quasi Natale ma anche perché… Bing Crosby è l’unico ad aver posseduto un tuxedo realizzato in jeans, da Levi’s Strauss and Co. Questo merita però una storia a parte.

 

Paola Mazzullo

aspiratore ristorante

FTA – Dalla padella al microonde

L’accogliente cucina della nonna con il profumo del brodo autunnale, nel quale, il biancostato, il cappello del prete, la lingua e la gallina cuocevano per ore insieme alla carota, alla cipolla e al sedano (con qualche chiodo di garofano e un pomodoro); o con il sentore penetrante del ragù messo a sobbollire alla mattina presto, per poi versarlo all’ora di pranzo sulla pasta con pezzi di ricotta fresca… ricordi dell’infanzia che perdurano nel cuore e nell’olfatto e che plasmano il nostro modo di gustare il cibo.

L’amore per il cibo, assaporato nell’infanzia, influisce sul nostro gusto da adulti, caratterizzando anche la scelta dei ristoranti (stellati oppure no), delle trattorie e osterie di campagna… Profumi buoni…che tuttavia, a volte, ci accompagnano a casa e impregnano armadi, vestiti, capelli, pelle…ritrovandoci ricoperti da un persistente odore di fritto che ci costringe a dover lasciare gli indumenti all’aperto, o consegnarli in tintoria.

Nei ristoranti, dunque, le cappe di aspirazione contro odori e fumi sono essenziali. E quando gli impianti non funzionano bene… sono guai. E’ capitato al proprietario del ristorante “Le Palme” di Olgiate Molgora che dopo aver ristrutturato il locale si era dotato di una cappa nuova enorme. Peccato che la cappa proprio non ne volesse sapere di assolvere il proprio compito! Tanti soldi, tanto lavoro, un paio di consulenti… niente da fare l’odore di fritto continuava a ristagnare nell’aria.

«Poi abbiamo incontrato la professionalità degli esperti FTA. Hanno preparato test e analisi partendo dalla struttura architettonica e dalle dimensioni del locale per calibrare le attrezzature necessarie e finalmente abbiamo ottenuto quanto desideravamo: un locale perfetto per i nostri ospiti»; racconta Marco Meloni, titolare del ristorante “Le Palme” (Ora l’aria è “profumata” e… si mangia anche molto bene, ndr).

FTA Air Technoloy da oltre quindici anni produce impianti di depolverazione e depurazione dell’aria che trovano impiego in moltissimi settori, per rendere gli ambienti lavorativi più sicuri e puliti. Garantisce attrezzature personalizzate sulle esigenze di ciascun cliente offrendo consulenza e progettazione in 3D; in questo caso ha studiato la messa in funzione di un impianto completo con ventilatore e quadro elettrico di controllo. L’assistenza post-vendita è sempre attenta e tempestiva. Tutti i prodotti sono conformi ai requisiti previsti dalla normativa locale e/o nazionale.

Oltre al “food and beverage”, i prodotti FTA, forti del rigore della progettazione interna, trovano applicazione nei settori chimico, farmaceutico, nucleare, minerale, meccanico, taglio termico, verniciatura, legno; evolvendo costantemente attraverso la ricerca di tecnologie innovative e con un occhio sempre più sensibile all’ecosostenibilità.

High precision CNC gas cutting metal sheet working in industry f

Paola Mazzullo

shutterstock_626816117_RID

FTA – Il vestito di Cenerentola

Cosa resta nell’aria milanese dopo la settembrina settimana della moda? Resta il colore di tendenza che nel giro di qualche mese vedremo suggerito nelle vetrine in tutte le sue varianti e sfumature. Resta il fruscio delle sete e dei nuovi tessuti, dal pvc al rame, illuminati di iridescenze e bagliori, impalpabili e futuristici. Resta l’immagine della veste di cui si è ornata la facciata del Teatro alla Scala: quell’arazzo con colibrì e festoni, tessuto con uno speciale filato prodotto dal riciclo di 300 chilogrammi di materiale plastico. Resta il sogno di abiti preziosi ed evanescenti come quelli delle principesse delle fiabe.

E se nelle fiabe, almeno in quella di Cenerentola, toccava alla Fata Smemorina, realizzare abiti d’argento e perle… nel nostro mondo sono gli stilisti, gli artigiani, l’industria dell’alta moda e del pret a porter, a pensarci.

Oltre alle abili mani delle sarte e dei sarti, ci sono anche impianti industriali che lavorano per confezionare abiti per la grande distribuzione e le boutiques.

E dove ci sono impianti industriali ci devono essere anche sistemi di areazione e purificazione dell’aria. In tante industrie della moda FTA – Air filtration technology – è presente con i suoi depuratori. Al settore specifico dell’alta moda FTA fornisce multibox, depolveratori compatti a cartucce della serie DCL (utilizzati per l’aspirazione di polveri da lavorazione di tessuti con lamine d’oro) e depolveratori DP montati su laser per la marchiatura dei pellami.

Le industrie all’avanguardia, come quelle presenti nel settore della moda italiana, muovono un fatturato stimato di 90 miliardi di euro e investono in impianti di depurazione per contribuire alla salvaguardia di uomini e ambiente e rispettare la normativa vigente.

FTA è il partner in grado coadiuvare le aziende garantendo una rigorosa osservanza dei parametri imposti dalla legge italiana.

shutterstock_626816117_RID

 

Paola Mazzullo

 

 

High precision CNC gas cutting metal sheet working in industry f

FTA – La legge è uguale per tutti. Anche per gli inquinanti immessi in atmosfera (e i relativi impianti che devono filtrarli).

Rispettare la legge, sempre. E rispettare anche le normative che riguardano le emissioni in atmosfera di agenti inquinanti. Per tutelare la salute del mondo e non incorrere in sanzioni o rischiare la chiusura degli impianti.
L’immissione in atmosfera di qualsiasi sostanza solida, liquida o gassosa, che possa causare inquinamento, compromettendo la salute umana e la qualità dell’ambiente, è soggetta a parametri regolamentati da normative europee, nazionali, regionali; e ogni azienda, prima di iniziare la propria attività produttiva, ha l’obbligo di richiede una autorizzazione di conformità.
In Lombardia l’autorità competente al rilascio, rinnovo e riesame delle autorizzazioni alle emissioni in atmosfera, di tutte le attività e gli impianti, è la Provincia.
FTA –Air Filtration Technology progetta e produce unità filtranti, componenti e sistemi per impianti di aspirazione industriali e impianti di depurazione dell’aria, garantendo una attenzione indefessa al rispetto delle direttive italiane (tra le più restrittive al mondo) e offrendo anche una assidua consulenza ai propri clienti sugli eventuali aggiornamenti legislativi.
In Lombardia le caratteristiche tecniche degli impianti di abbattimento per la riduzione dell’inquinamento atmosferico sono state modificate, nel maggio 2012, dalla Giunta Regionale.
Chi, tra produttori di unità di filtraggio e industrie che li utilizzano, non avesse ancora provveduto all’adeguamento, è tenuto a verificare i parametri imposti dalla normativa.
«Facciamo un esempio – sottolinea l’ingegner Gaetano Fagone di FTA- recentemente ci è stato chiesto un parere su un filtro, di provenienza estera, utilizzato nel settore del taglio laser metalli; quel filtro non è conforme alla normativa italiana (e tanto meno a quanto prescritto in Lombardia) e non può quindi essere utilizzato ».
FTA certifica di fornire filtri e unità filtranti che consentono di contenere le emissioni entro i livelli richiesti. E addirittura al di sotto di tali livelli.

Riferimenti:
DGR 1 agosto 2003 nr. 7/13946
Deliberazione nr. IX/3552 del 30 maggio 2012 della Giunta Regione Lombardia, su indicazioni della Direzione Generale Ambiente Energie e Reti e con il supporto tecnico di UNIARIA

High precision CNC gas cutting metal sheet working in industry f

Paola Mazzullo

immagine ridimensionata

Innamorarsi a Lampedusa

Lampedusa, magnifico ultimo lembo di territorio italiano in mezzo al Mediterraneo, è plasticfree. In questa terra di confine tra due mondi, dal 1 settembre è scattato il divieto di vendita e utilizzo di stoviglie, bicchieri e posate monouso non biodegradabili, così come degli shopper che dovranno essere sostituiti da sacchetti in carta o tela. Tutti d’accordo, almeno per una volta: cittadini, associazioni, ambientalisti e commercianti, politici e lavoratori, tanto che i principali supermercati dell’isola hanno tolto dagli scaffali e destinato al riciclo tutto il materiale plastico fino ad oggi in vendita.
Un passo importante, ma non basta, se pensiamo agli 8,3 miliardi di tonnellate di plastica che si stima siano stati prodotti negli ultimi 60 anni e dei quali molti sono stati dispersi nell’ambiente naturale: nessun paesaggio si salva, dalla terra al mare. Una ricerca del 2011 di Legambiente segnalava la presenza di 500 tonnellate di rifiuti in plastica galleggianti nel Mediterraneo. Ed è del marzo 2018 il nuovo studio che parla dell’isola di plastica, grande tre volte la Francia, misurata nell’Oceano Pacifico.
In molti si sono mossi e si muovono per promuovere la lotta all’inquinamento, l’educazione ambientale, la conservazione delle biodiversità, lo sviluppo sostenibile; anche nelle industrie si cerca di tutelare sempre di più e sempre meglio la salute del pianeta e dei lavoratori.
FTA -Air Filtration Technology, collabora anche con aziende di primaria importanza nel settore del riciclaggio e smaltimento delle materie plastiche. Ha progettato e fornito impianti per la separazione, in base ai polimeri di composizione e/o a eventuali colorazioni, di PET e PVC; avvalendosi di lettori ottici, tubi di aspirazione selettivi e tappeti di trasporto pneumatico. FTA fa la sua parte per la salvaguardia dell’ambiente.
FTA provvede alla fornitura di singoli componenti, fino a impianti chiavi in mano; con garanzia e assistenza di 12 mesi (ma la possibilità di prolungare entrambe con contratti studiati su misura).
I suoi prodotti, forti del rigore della progettazione interna, trovano applicazione in molti altri settori tra i quali alimentare, chimico, farmaceutico, nucleare, minerale, meccanico, taglio termico, verniciatura, legno.

immagine ridimensionata

Paola Mazzullo